Negli articoli precedenti abbiamo parlato di porosità in generale e bassa porosità, vediamo ora come comportarsi con quella ALTA.

Vediamo 5 regole per trattare il capello ad alta porosità

 

  1. TRATTAMENTO ALLE PROTEINE

L’alta porosità causa rotture sul corpo del capello e le proteine le colmano temporaneamente, donando nuova forza. Generalmente il trattamento alle proteine viene consigliato con frequenza mensile, ma è possibile ottenere un beneficio extra tramite un trattamento leggero alle proteine applicabile tra un’applicazione mensile e l’altra.

Ricordate però che le proteine non sono agenti idratanti e devono sempre essere seguite da un trattamento idratante intensivo (es. balsamo).

  1. NUTRIRE IN PROFONDITA’

Azione assolutamente consigliata dopo ogni lavaggio. E’ importante ricordarsi di applicare una buona dose di prodotto da lasciare penetrare tramite l’applicazione di calore. Se non si dispone di un casco asciugacapelli, è consigliato ricoprire i capelli con una cuffia di plastica o con un asciugamani caldo per circa 15 minuti. Potete anche lasciare agire il prodotto nutriente durante la notte per poi risciacquare il mattino successivo.

  1. SIGILLARE SEMPRE CON OLIO e BURRO

Esistono differenti tipi di olio o burro che aiuteranno il capello ad assorbire il nutrimento necessario, evitando che venga successivamente rilasciato.

Olio di oliva e burro di karitè sono entrambi molto efficaci ed ottimi.

  1. USARE PRODOTTI PESANTI CON OLI NATURALI

Questi prodotti rinforzeranno l’effetto sigillante del burro o dell’olio (olio d’oliva, olio di ricino, olio d’avocado) ed aiuteranno a compensare lo strato protettivo mancante nel capello.

  1. RISCIACQUO ALL’ACETO DI SIDRO DI MELE ED ALOE VERA

Sia l’aceto di sidro di mele che l’aloe vera sono ottimi alleati per bilanciare il pH del capello. Il risciacquo effettuato utilizzando l’aceto di sidro di mele, leggermente acido, aiuterà ad abbassare le cuticole, favorendo la ritenzione del nutrimento assorbito. E’ talvolta possibile aggiungere anche il gel all’aloe vera (o succo di aloe vera, in alternativa) all’interno del prodotto nutriente da noi scelto.